Univillage - Comunicazione Integrata d'Azienda
 

  •  L'AZIENDA


  •  REFERENZE




Ricerca e sviluppo nel campo della comunicazione
 
  ARTICOLI
   
    15 Giugno 2009
Dati alberghieri ancora in calo. Bocca torna a chiedere il taglio dell’IVA.

Pur essendo riusciti a ottenere dal governo, proprio in questi giorni, un fondo di credito bancario dedicato al comparto da 1,6 miliardi di euro, purtroppo i risultati che registriamo continuano a penalizzare fortemente il comparto e di conseguenza il settore. Strategico, a questo punto, è il varo di una manovra fiscale volta a ridurre l’Iva nel turismo, per la quale abbiamo da tempo inviato al governo una nostra proposta. Da uno studio realizzato da Confturismo-Confcommercio in collaborazione con il Ciset-Università di Venezia, si evidenzia, infatti, che a fronte di un calo dal 10% al 5% dell’Iva sul turismo, le casse dello stato dovrebbero sopportare un costo di poco superiore ai 500 milioni di euro, ma questa manovra sarebbe in grado di far aumentare di oltre il 4% il giro d’affari annuo del settore e di quasi 110 mila unità il numero di lavoratori occupati». Così commenta il presidente di Federalberghi-Confturismo, Bernabò Bocca, i dati del monitoraggio settoriale realizzato dalla propria federazione, che per il quinto mese consecutivo evidenzia un calo dei pernottamenti in albergo, scesi, a maggio, del 7%. A ciò si deve, poi, aggiungere anche una diminuzione complessiva del 2% del numero di lavoratori occupati nel settore (-2% a tempo indeterminato e -4% a tempo determinato). Queste cifre fanno poi seguito ai risultati dei mesi precedenti che non sono stati, peraltro, certo migliori.
I dati Federalberghi-Confturismo dei mesi precedenti:

  • GENNAIO: -7% di presenze e -4,5% di lavoratori occupati
  • FEBBRAIO: -10% di presenze e -6% di lavoratori occupati
  • MARZO: -14,6% di presenze e -8,6% di lavoratori occupati
  • APRILE: -3% di presenze e -6,5% di lavoratori occupati
 
 
Il commento di Univillage

Vedendo l'andamento del settore, possiamo affermare che le strutture alberghiere nostre clienti stanno dimostrando, con risultati economici in controtendenza al mercato, che il grande lavoro passato e presente del management e dello staff, gli investimenti fatti sulle strutture, la politica di marketing e la comunicazione sono cose che "pagano" e vengono fuori ancor di più nei periodi di crisi.
E, a mio avviso, sarà sempre più importante continuare a lavorare così, cercando di essere sempre "one step ahead" ai competitors, creando continue nuove formule per generare new business, puntando decisamente sul web come strumento di comunicazione e booking.

Andrea D'Amico
Presidente Univillage Consulting

 
 
MARKETING
COMUNICAZIONE
FOTO & VIDEO
WEB SOLUTIONS
INDUSTRIAL DESIGN

Copyright 2009 - Univillage S.r.l. - P.IVA 01294550338

In questo sito utilizziamo i cookie, continuando la navigazione ne autorizzi l’uso. Per maggiori informazioni > clicca qui.